Drive ( 2011 )

DIO MIO QUANTO AMO REFN …. niente, sentire questa frase urlata come succede quando in sala esce un film di Nolan è un sogno che rimarrà nella mia testa, ma è un sogno bellissimo.

Dopo questa piccola premessa onirica e delirante torniamo a Drive , un  thriller, drammatico \ noir diretto per l’appunto da Nicolas Winding Refn e che è un adattamento di un libro di James Sallis.

“Dammi ora e luogo e ti do cinque minuti:
qualunque cosa accada in quei cinque minuti sono con te,
ma ti avverto, qualunque cosa accada un minuto dopo sei da solo.
Io guido e basta!”

La trama nella sua interezza è un meccanismo semplice, Il nostro protagonista, Il Pilota ( per tutto il film rimarrà senza nome), fa tre lavori: di giorno è uno stuntman part-time e un meccanico, di notte, per arrotondare, fa d’autista ad alcune bande di criminali. Tutto procede normalmente fino a quando il pilota non incontra una donna che abita nel suo palazzo, Irene. Tra i due c’è subito intesa, ma l’arrivo del marito di lei appena uscito di prigione, coinvolgerà il nostro protagonista nella malavita. Riuscirà ad uscirne?, tutto qui nessun colpo a effetto si nasconde fra le sue pieghe, una cosa che in altre mani si sarebbe sciolta come neve al sole, ma che è finita nelle mani giuste .

Ed ecco che sale in cattedra la bravura del regista, quella in grado di cambiarti le carte in tavola, pochi dialoghi,lunghi sguardi, riprese perfette e un andamento lento che però esplode in attimi di violenza e sangue,basta solo il prologo per innamorarsi del mondo di Drive oppure odiarlo e se finirete per amarlo vi troverete a vedere per  90 minuti un febbrile ed esplosivo mix di azione ed emozione, sentimento e violenza,ed è facile capire da che parte penda il mio giudizio, nota di merito anche a Cliff Martinez e alla sua bellissima colonna sonora.

Drive vive anche delle prestazioni sopra le righe dei suoi protagonisti primo su tutti Ryan Gosling ( Come un tuono ) calato perfettamente nel ruolo del taciturno protagonista,ma anche Carey Mulligan ( Nemico Pubblico ), Bryan Cranston ( Breaking Bad ), Albert Brooks ( Taxi Driver ), Oscar Isaac ( Ex Machina ) e Ron ‘ Hellboy’ Perlman.

Questa pellicola per me ha l’etichetta di Must see cucita addosso sul giubbottino imbottito del protagonista,da vedere in un momento di pace interiore per gustarsi al meglio ogni sua sfumatura.

Stay Tuned