Incarnate ( 2016 )

incarnate

Uno scienziato in sedia a rotelle con l’abilità di entrare nel sub-conscio delle persone possedute dovrà liberare un bambino ed affrontare un demone con un potere mai visto prima, un orrore che risiede nel suo passato.

Difficilmente un titolo che impiega 3 anni ad uscire in sala ( terminato nel 2013 ) si dimostrerà un film di primissimo livello, ed è esattamente questo il caso di Incarnate, un horror a base di possessioni prodotto dalla Blumhouse come The Conjuring o Insidious dove però al posto di James Wan abbiamo Brad Peyton che nel suo CV vanta San Andreas e Viaggio nell’isola misteriosa e di orrore non sono sicuro ne sappia molto.

Tranquillo..ci riprenderemo
Tranquillo..ci riprenderemo

L’originalità si ferma tutta alla trama e nelle intenzioni dello sceneggiatore di farne un’ibridazione di esorcismo e scienza con un metodo simil Inception, sicuramente una scelta migliore del solito prete che pronuncia formule latine per liberare il povero posseduto, ma portata avanti sulle stesse basi leggermente modificate, quindi con gli stessi risultati di rivedere il 10000000000 esimo film che si ispira all’Esorcista.

Un peccato perchè tutta questa originalità sarebbe potuta essere una sceneggiatura interessantissima,invece viene resa piatta e senza nessun tipo di angoscia per lo spettatore c’è qualche piccolo picco ma sporadico e non in grado di illuminare il buio della trama,la CGI è appena superiore al livello di imbarazzo ed è praticamente impossibile provare qualsiasi tipo di empatia con i personaggi,nonostante la trama abbia situazioni in grado di scavare nella loro psiche e nel loro passato verranno lo stesso tenuti bidimensionali .

Incarnate poggia quasi tutto sulle spalle del suo protagonista Aaron Eckhart ( Attacco al Potere ) e sul suo giovanissimo antagonista David Mazouz ( Gotham ) oltre a loro abbiamo Carice van Houten ( Trono di Spade ) , Catalina Sandino Moreno ( American Gothic ) e Keir O’Donnell ( American Sniper ), il cast è buono, ma può poco per salvare la pellicola .

80 minuti scarsi di durata e poco orrore , Incarnate è sotto la mia sufficienza di molto,probabilmente in altre mani il risultato sarebbe stato decisamente migliore.

Stay Tuned.