La cura dal benessere ( 2016 )

La cura dal benessere

Il giovane e ambizioso Lockhart, un broker di Wall Street, viene mandato dalla sua società in una località delle Alpi svizzere per riportare a New York l’amministratore delegato della sua azienda,il quale si è ritirato in un posto dove esiste una misteriosa ” Cura “.

Alla regia di La cura dal benessere troviamo Gore Verbinski, uno che ha iniziato con Un topolino sotto sfratto,si è preso la batosta con il remake USA di The Ring, si è sacrificato all’altare di Depp con I pirati dei Caraibi fino alla seconda botta di Lone Ranger e poi ha firmato un rialzo con Rango, più che un regista un altalena insomma, sempre brillante però sempre imperfetto ed in qualche modo riesce a dimostrare tutto ciò anche in questo Thriller horror.

cheeeeeeseee

Tralasciando quanto uno spettatore possa vedere di Shutter Island in questa pellicola ( Con annessa la battuta : ha chiamato Scorzese rivuole indietro la sua sceneggiatura ) , ci troviamo davanti ad una pellicola dalla durata importante di 146 minuti,che riesce a mantenere discretamente alta la tensione senza usare mezzi come jumpscare e porte scricchiolanti,piazza nel mezzo del film qualche scena a basso livello di disagio per lo spettatore ( quella del cervo \ quella del dentista ) niente di molto spatter però mette in mostra un certo realismo che può colpire punti deboli, ma la vera punta di diamante è la fotografia che regala panorami meravigliosi e ottime immagini anche degli interni, tutto con un atmosfera molto gotica, prima ho citato Scorzese però in fila troviamo anche gente come Argento, Kubrick, Fuller, Whale e non ultimo Guillermo Del Toro con il suo Crimson Peak .

Un punto negativo ? le scene insistono spesso su alcuni particolari, troppo spesso, aiutando lo spettatore a capire l’importanza del perchè prima che la sceneggiatura lo faccia apertamente e quindi rovinando l’effetto sorpresa totale.

Buono il livello recitativo, nel cast troviamo Dane DeHaan ( Chronicle ), Jason Isaacs ( Il Patriota ) e  Mia Goth ( The Survivalist ), volti e personaggi ottimamente abbinati,i dialoghi non sono totalmente centrati però ci si passa sopra.

La cura dal benessere è un horror abbastanza classico ( quasi in stile anni 70 ) , nulla di molto spaventoso, raggiunge la sufficienza senza problemi, ma con qualche accorgimento Gore avrebbe potuto ad aspirare a più alte posizioni confermandosi quindi un regista medio.

Stay Tuned.