Crea sito

Browse Tag: b_movie

Stung ( 2015 )

stung

Paul e Julia sono i titolari di una ditta di catering che si occupa della festa organizzata dall’anziana Mrs Perch nel giardino della sua villa in campagna. Il guaio è che a causa di un uso poco chiaro di un fertilizzante agricolo al tavolo degli invitati si presenta uno stormo di vespe assassine che uccidono coi loro pungiglioni e soprattutto trasformano le loro prede in abnormi insetti ancora più grossi e ancora più pericolosi.Per Paul , Julia e pochi altri è l’inizio di una lunga notte…

Queste sono le premesse da cui parte Stung, un B movie che trae ispirazione dai monster movies anni ’50 \ ’80 , una piccola coproduzione tra Germania e America girato con il modestissimo budget di 2,5 milioni di dollari dall’esordiente Benni Diez, uno che si è formato alla scuola degli effetti speciali e del reparto luci e scritto dall’altrettanto esordiente Adam Aresty.

Stung ha il pregio di non prendersi mai sul serio, c’è sempre una vena di ironia sulla scena anche quando lo schermo sarà invaso da ripugnanti creature,frattaglie, pungiglioni negli occhi e altre amenità assortite; il tutto senza fare uso smodato di CGI, effetti visivi ed effetti speciali rozzi che offrono un tocco molto old school al tripudio d’ insettoni assassini.

Il film ha una trama diretta, rapida, dove nei 90 min il regista condensa una notte ricca di eventi,  dove vuole andare a parare e come è chiaro fin da subito cosi come il come ci arriverà, ma il viaggio è frenetico e godibile, nel cast troviamo Matt O’Leary  ( Time Lapse ), Jessica Cook, Lance Henriksen ( Alien 3 ) e Clifton Collins Jr. ( Westwordl ).

Voto leggermente più alto della sufficienza,Stug è riuscito ad intrattenermi ben oltre le mie aspettative.

Stay Tuned

 

 

[ Serie TV ] Z Nation

3 anni dopo l’inizio di una pandemia zombie che ha cambiato il mondo intero, un gruppo di strani sopravvissuti si troverà a dover svolgere un arduo compito,attraversare gli USA per accompagnare in un centro medico Murphy, un sopravvissuto che potrebbe avere in se la chiave per un vaccino.

Volete subito dei motivi per arricciare il naso ? è una serie trasmessa dall’emittente SyFy e prodotta nientepopodimeno che dalla tristemente famosa Asylum,  se però state pensando che la casa di produzione venuta alla ribalta con i film del franchise Sharkado sbarca nel settore delle serie TV con un clone di TWD, beh vi state sbagliando .

Stagione 1
Stagione 2
Stagione 3

Stagione 1

Come gia anticipato Z Nation non è TWD e non è stata creata per esserlo,è una serie che mixa horror,azione,black commedy e parodia,tutto con un ritmo che la serie prodotta da Kirkman non vede ormai da anni,ovviamente di contro non aspettatevi grosse introspezioni dei personaggi, i protagonisti sono molto bidimensionali anche se hanno qualche accenno di lenta evoluzione ,la trama ha uno sviluppo lineare,costante e senza fronzoli dove ogni episodio ha il suo peso specifico nella storia  ( alcuni più di altri ) ,nessuno dei 13 episodi della prima stagione spreca del tempo ,tempi comici molto buoni ed ovviamente alta dose di splatter,trash e nonsense.

Ovviamente a differenza di TWD qui non abbiamo Nicotero, ma Z si difende bene e risponde proponendo allo spettatore un ventaglio di creature più amplio che spazia dai classici non morti a quelli resi radioattivi ( e quindi doppiamente pericolosi ) oltre alla classica situazione ostile che prevede altri  gruppi di sopravvissuti.

Il cuore centrale della serie sono i suoi protagonisti, un gruppo di attori di livello non altissimo che però sembrano metterci tutto , capitanati da Harold Perrineau ( Lost ) troviamo il murphy ovvero Keith Allan,Russell Hodgkinson, Nat Zang ,Anastasia Baranova ,Kellita Smith,Pisay Pao ,Michael Welch e DJ Qualls ( The man in the high castle ) nei panni di Cittadino Z un militare che seguirà ed aiuterà il gruppo da una remota base isolata al polo.

Sicuramente una serie fresca per gli amanti dei Z-movie con molti spunti interessanti che la differenziano dalle altre a tema post apocalittico,(gli autori si divertono spesso a sovvertire le regole del genere)e dove gli amanti dell’orrore troveranno miriadi di citazioni ed un ritmo serrato.

 

Stagione 2

Kaboom
Kaboom

La serie Zombie di casa Asylum torna, con 2 episodi in più della prima stagione ( arrivando quindi a 15 puntate ),gli sceneggiatori partono subito alla grande e dopo essersi creati nella prima stagione un angolino tutto proprio nel panorama delle serie TV si concede di giocare al rialzo, offrendo allo spettatore ancora più nonsense ed ancora più creature, tipo ibridi zombie pianta, una gita nell’area 51 ed un incontro con la versione non morta dell’autore di Game of Throne George RR Martin.

I personaggi continuano la loro lenta evoluzione raggiungendo un buon grado di empatia con lo spettatore, ci saranno dei cambi nel team principale e non parlo solo di Murphy versione giga-puffo,al gruppetto si aggiungerà un mercenario di nome Vasquez ( interpretato da Matt Cedeño ) , lato negativo è la limitata presenza di Cittadino Z e del suo bellissimo Husky Puppy .

Zombie and Mexico
Zombie and Mexico

Non era facile cambiare qualche elemento senza snaturare la serie, ma Z nation si è confermata una serie molto interessante .
Stagione 3

Il terzo è sempre il più difficile, questa regola che di solito si applica nei film questa volta sembra adattarsi a ciò la Asylum ha realizzato per la 3 stagione di Z Nation; fino ad ora questa è la stagione che ho trovato meno entusiasmante.

Make Z nation great again
Make Z nation great again

Sia chiaro,siamo ancora a buonissimi livelli di originalità,ma si inizia a sentire qualche granellino di sabbia che stride negli ingranaggi della trama costringendo forse gli sceneggiatori a provare qualche cosa di diverso,il risultato è una serie più lenta ed una frenata sul pedale del nonsense ( frenata per i livelli altissimi di Z Nation ) sintomo che forse il giro in giostra sta per finire.

Z nation ha subito una mutazione, alcuni ribaltamenti di fronte ed innesti nel background hanno cambiato la struttura stessa della serie, che in questa season sembra prendere vie più classiche in quando a trama e sviluppi.

Fantastico personaggio .. The Man
Fantastico personaggio .. The Man

Altri cambi nella line Up principale, il già comparso Emilio Rivera ( Collateral ) entra in pianta stabile nel team insieme alla dottoressa interpretata da Sydney Viengluang  e per la prima volta abbiamo un nemico stabile,misterioso e abbastanza bad-ass interpretato da Joseph Gatt ; un ultima aggiunta riguarda Cittadino Z da ora affiancato ( e probabilmente sostituito in futuro ) da Ramona Young .

Il mio sentore e che la prossima sarà l’ultima serie, oppure il rischio è quello di tirare troppo la corda fino a spezzarla .

 

 

 

Zombie Shark (2015)

La fuga dalla città di un gruppo di 4 amici prende una piega sinistra quando l’isola dove stanno soggiornando viene invasa da squali zombie risultato di un esperimento militare.

Negli ultimi anni ogni volta che vedo un film simile con animali ( specie squali) mixati a qualsiasi cosa passi sotto mano agli sceneggiatori nella mia testa compare la scena dei Griffin dove Stephen King tenta di convincere gli editori con il mostro lampada.

Quanto realismo…

In questo caso il mix di Zombie Shark AKA Shark Island  è ovviamente semplice, zombie+squali in un TV movie low budget per l’emittente principe del genere ovvero SyFy, alla regia troviamo la debuttante Misty Talley mentre alla sceneggiatura abbiamo Greg Mitchell che precedentemente aveva lavorato a SnakeHead Swamp, ci tengo a precisare che dietro questo film non c’è la casa produttrice Asylum ma la Active Entertainment che fra le tante cose nel 1996 ci regalò quella “perla ” di animazione  con Bruce Willis chiamata Bruno the Kid  .

Stiamo ovviamente parlano di un film senza senso,dove uno squalo zombie, che per un mai spiegato motivo è più intelligente della sua razza, genera altri zombie sia umani che “pinnati” ,il tutto con una CGI di bassa qualità che spesso non si impegna nemmeno per rendere l’aspetto Zombie della situazione ,la qualità della trama è da WTF ( ci sono palesemente squali affamati quindi che C—O stai a prendere il sole su un salvagentone a largo )  e carica di spiegoni pseudo- pseudoscientifici ( nel senso che sembra che parlino di Non Scienza)  praticamente un classico film TV con squali con la diversità di una scena finale carina.

oh god

Attori ovviamente a livello con l’intera situazione e con la solita componente femminile da b-movie , troviamo per esempio Becky Andrews,Leslie Castay ( La Grande Scommessa ) e Laura Cayouette ( Django Unchained ) il film non è pessimo per colpa loro.

tipica scena da B-movie

Zombie Shark è sotto la sufficienza anche per il genere d’appartenenza, escludendo la scena finale non ha punti positivi,ultima scelta da considerare anche per una serata a tema squali.

Stay Tuned.

 

 

Zoombies (2016)

Uno strano Virus ha iniziato a diffondersi all’interno di uno zoo prossimo all’apertura trasformando gli animali in non morti , i sopravvissuti dovranno fermare le creature prima che scappino  e infettino l’intera città

Se siete attivisti di greenpeace\ wwf \ lipu o in generale molto sensibili sull’argomento animali….STATE LONTANI DA QUESTO FILM , io vi ho avvisato.

Zoombies è un film di casa Asylum, quindi avrete già capito il livello della produzione,in questo caso il team diretto dal regista Glenn R. Miller (Santa Claws) e dallo sceneggiatore Scotty Mullen ha preso l’arcinota sceneggiatura di Jurassic Park ma con la sostituzione dei dinosauri con animali zombie .

La trama è abbastanza scontata ( forse anche per via delle molte somiglianze con il citato Kolossal ) , ma è riuscita comunque nell’impresa di non annoiarmi a morte durante i 90 min di visione, l’idea sulla carta è in grado di fornire spunti interessanti e originali visto che di Z-movie ne è pieno il mondo mentre di Z-animal movie no,la trama ha in parte sfruttato l’idea per darci scene con gorilla, giraffe,elefanti,un Koala ( e non si chiama ciuffo) ed una veramente inquietante scena con degli uccelli ( che aumenta di molti punti l’intero film )peccato che si caschi nella pessima esecuzione delle scene stesse e in un pessimo comparto CGI ed intendo pessimo anche per la categoria B-movie a cui Zoombies appartiene,tutto troppo brutto.

 

I personaggi sono ovviamente bidimensionali e incasellati brutalmente in clichè , la proprietaria dello zoo , il ragazzo di città che diventa tosto , la guardia tosta , la ragazza ricca, lo strambo…ma anche qui la produzione ha scavato sul fondo pescando attori di serie Z,sotto la solita media e che peggiorano ulteriormente il livello generale.

Sicuramente lontano dalla sufficienza, la Asylum ci ha regalato cose migliori  mentre zoombies è un idea sprecata malamente,ma che con un budget maggiore e meglio eseguita sarebbe potuta diventare una pellicola interessante.

 

Stay Tuned.

Sinister Squad (2016)

Altro giro altro regalo, venghino signori venghino perchè la grande giostra dell’Asylum sta per regalarci una nuova emozione, giustamente negli ultimi mesi ( diciamo pure un anno ) il mondo è stato invaso da trailer e notizie sul film dedicato allo strano gruppo di antieroi di casa DC Comics , la Suicide Squad , quindi l’arcinota casa di produzione dedita ai B movie ha deciso di mostrarci la sua versione ovvero la Sinister Squad.

Questo strambo team è affidato alla regia di Jeremy M. Inman , regista che sembra avere qualche conto in sospeso con le fiabe\favole visto che già precedentemente aveva colpito quel mondo con Avengers Grimm;come avrete intuito anche questo titolo si aggancia in qualche insensato modo all’ambiente fiabesco.

AAA cercasi clone di Joker

Troviamo infatti uno sparuto gruppo di eroi “buoni” formato da Alice, riccioli d’oro e dal pifferaio magico , collaborare con dei cattivi come il lupo cattivo , Barbablù ed il joker locale ovvero…Tremottino ( con il nome originale di Rumpelstiltskin) , contro uno strano culto legato alla morte ,decisamente tutto molto sensato.
La trama ,affidata allo stesso regista , non aiuta il titolo a trovare punti positivi di nessun tipo visto lo sviluppo eccessivamente lento e oltremodo prevedibile ( nei punti dove le cose hanno senso)di una storia con pesanti plot-hole ( oppure non alcuni passaggio me li sono persi io ,giudicherete voi ) con un lunghissimo minutaggio dedicato al reclutamento e alla conoscenza dei personaggio e altrettanto ad un assedio della base dei protagonisti da parte dei cattivoni .

Espressione a fine film

Un cast di basso livello che comprende  Johnny Rey Diaz ,Christina Licciardi,Isaac Reyes e altri nomi sconosciuti e ben al di sotto dello standard Asylum, sintomo che nemmeno la strampalata casa di produzione era molto convinta del progetto.

Quello fatto è il cappellaio matto

Sinister Squad finisce addirittura sotto le mie già poche aspettative,sembra girato con poca convinzione e malamente, sconsigliato anche agli amanti del genere B-Movie.

Stay Tuned

 

Dead 7 (2016)

Nel selvaggio West, per combattere i non morti devi far risorgere le boyband anni ’90.

In un mondo post apocalittico che sembra tornato in pieno far west ed abitato da “Zombie”,viene riunito un gruppo di avventurieri al fine di affrontare Apocalypta, una donna che sembra in grado di addestrare gli zombie ad ubbidire ai suoi voleri e che vuole conquistare la città per i suoi misteriosi scopi.

Prima però una musica a tema:

La casa produttrice Asylum , quella ha reso noi amanti del trash dei palati sopraffini , dandoci in pasto perle tipo sharknado e i vari mega shark vs oggetti a caso ha deciso di scavare nella musica dei teenager americani degli anni 90 per darci questo Dead 7, uno zombie movie in cui compaiono fra i protagonisti membri dei Backstreet Boys , NSync , O-Town , 98 Degrees , i quali al posto di organizzare la solita tournée dal retrogusto di vintage hanno sceneggiato e girato insieme al regista Danny Roew  una specie di zombie movie post apocalittico per l’emittente TV SyFy ( che ovviamente quando sente profumo di trash drizza le orecchie come un grizzly con il miele ) .

Come ho già specificato parliamo di trash movie dalla trama basica e con buchi in stile groviera , brutti effetti speciali ed una costante sensazione che nessuno degli attori stessi abbia anche solo per un secondo tentato di prendersi sul serio,ma un B movie che non brilla, sappiamo che la Aylum può ed ha fatto di meglio ( nel peggio ) quindi personalmente mi sarei aspettato molto di più ( sempre nel peggio ),per dirvi è così piatto che praticamente non ho dato nemmeno un facepalm.

Forse la scelta di girarlo in questo modo non ha giovato a nessuno , con un Budget più corposo , qualche correzione della sceneggiatura , un vero regista da B-movie ,il progetto Boy Band anni 90 alla riscossa avrebbe avuto maggior senso e sicuramente altro spessore; non è la prima volta che qualche artista decide di fare film ( senza scomodare 8-mile che è un altra categoria), ricordo che in Italia Max Pezzali ne ha fatto uno ( il pessimo musicarello Jolly Blu nel 1998 ) ed in questo Dead 7  almeno ci siamo risparmiati i corposi momenti musicali,sulla carta poteva essere un buon progettino.

A guidare il cast troviamo l’ex Backstreet boys Nick Carter ,che è anche lo sceneggiatore del film , dei suoi compagni abbiamo Howie D. nei panni dello Sniper del gruppo e A. J. McLean nei panni del personaggio meglio riuscito della pellicola  lo psicopatico Johnny Vermillion ,abbiamo poi Joey Fatone  e Chris Kirkpatrick (NSync) tutti e 4 gli O-town ( con un imbarazzante Erik-Michael Estrada samurai) , Debra Wilson è invece Apocalypta ; un cast che in virtù della quasi totale assenza di esperienza è fuori dai normali canoni di giudizio.

Se siete fan sfegatate\i delle band sopracitate beh vi farete del male ma almeno avrete rivisto i vostri beniamini, altrimenti dead 7  non vale la visione , nemmeno lontanamente sufficiente per i miei gusti.

Stay Tuned

Cowboys vs Dinosaurs (2015)


In una tranquilla cittadina mineraria del Montana,un esplosione risveglia alcuni affamatissimi dinosauri (non fossili o scongelati,proprio dinosauri veri che vivevano in modo misterioso dentro una miniera ricca di iridio ) ,tocca ad un gruppo di cittadini capitanati da un ex Cowboy difendere la città .

Il solo titolo aveva fatto scattare i miei nonsensi di ragno , ormai i titoli contenti la parola VS sono quasi un classico del genere B-movie,aggiungiamo poi che alla regia c’è uno sconosciuto  di nome Ari Novak , al suo primo film ma che risulta aver investito del denaro in un altro progetto passato da questa tastiera ovvero Jurassic Attack ,una volta avute queste informazioni ero certo di fare bingo.

Doppia pistola gangsta style sui dinosauri…Yeah

Nonostante il titolo metta un inspiegabile s alla fine di Cowboys in tutta la storia ne appare uno solo,per di più fuori allenamento e con problemi legati ad un passato infortunio alla spalla  ma che sprezzante del pericolo tornerà a cavalcare,ovviamente sono presenti un buon numero di ragazze più o meno svestite ed un investitore codardo e sena scrupoli, un ottimo elenco di classici del genere direi .

perchè mangiarti..quando posso prima colpirti con un dropkick??

Una buona quantità di gore accompagna lo spettacolo , sangue gentilmente fornito dal gruppo di dinosauri in CGI,in una grafica veramente pessima e con animazioni forse ancora più brutte,con persone mangiate che spariscono nella bocca del T-Rex ,per non parlare dei loro movimenti…a tratti sembrano avanzare levitando senza nessun attrito con il terreno, in altro sono scattosi come se fossero in stop motion.

Inutile dire che le scelte effettuate dai protagonisti e dai dinosauri denotino un elevatissima inteligenza,il cavallo verrà lasciato davanti ad un ingresso circondato da dinosauri feroci ed affamati, ma che ignoreranno completamente l’equino,i nostri eroi scopriranno 20 sec prima del finale di avere un RPG ed un minigun, abbandonati a terra in una miniera, tutto normale vero?? e queste sono solo alcune dei momenti facepalm,elencarli tutti è quasi impossibile e che accompagnano una sceneggiatura bucata più del noto formaggio.

Sara Malakul Lane in cucina

La recitazione è sui livelli bassi standard del genere B-movie,bassa,il protagonista ed unico Cowboy è interpretato da Rib Hillis,un veterano con all’attivo titoli come Sharktopus vs. Pteracuda e Piranhaconda, altri volti noti sono Vernon Wells( visto in milioni di film tra cui Jurassick Attack) e Eric Roberts ( i Mercenari ed altri 400 (??) film) ,anche nel cast femminile c’e una bellissima conoscenza ovvero Sara Malakul Lane (Scouts Guide to the Zombie Apocalypse , 12/12/12) .

Beh ….si autocommenta

Cowboys vs Dinosaurs è un film per farsi male,adatto a ridere del film e non con il film, un livello basso anche per chi ama il genere trash.

Stay Tuned

Mutant World (2014)



Mutant World è un film TV di stampo post apocalittico  prodotto per l’emittente SyFy e girato dal regista canadese David Winning colui che ci ha regalato il film dei Power Rangers Turbo,ovviamente i più esperti fra i lettori avranno già capito che stiamo parlando di un B-Movie (e con la B sono già stato di manica larghissima).

La storia si ambienta 10 anni dopo lo schianto di un meteorite sulla terra,il papà della protagonista ha però salvato lui e altre persone grazie ad uno di quei bunker per malati della sopravvivenza,le cose sembrano andare bene fino a che un problema costringe un gruppo di persone ad uscire nel mondo esterno,che scopriranno essere ora abitato da mutanti.

Beh basta questo piccolo pezzo di trama per capire  che il livello della pellicola è veramente basso i mutanti sono presi dal magico mondo anni 80,caratterizzati dal verde quindi occhi verdi fluorescenti per tutti e sangue che sembra uscito dalla prima versione di Carmageddon.

Il tasso di nonsense invece è altissimo,troviamo una città di umani ma che diventano mutanti di notte ( qualche sceneggiatore ama particolarmente dal tramonto all’alba?? ) ,mutanti che senza motivo iniziano a parlare e mostrarsi intelligenti ma che vengono subito fatti sparire e personaggi che appaiono  senza motivo a distanze impossibili da dove li avevamo lasciati;tutto senza tralasciare la casellina dei clichè che prevedono lo scontro con il proprio passato e l’esistenza di una misteriosa città sicura.

Nel cast troviamo un apparizione di Kim Coates( Sons of Anarchy) nel ruolo del papà della protagonista ,il resto del cast è fondamentalmente formato dai tipici attori giovani e belli come Holly Deveaux,Ashanti,Amber Marshall e Jason Cermak,la recitazione è di basso livello ed il livello di coreografie dei combattimenti è forse peggio.

Un film adatto ad una serata all’insegna dell’ignoranza,accompagnato  magari da amici e birra ma di sicuro non dal cervello.
Stay Tuned

Angry video game nerd : The movie ( 2014 )

Quanti di voi conoscono la storia del videogioco di E.T su Atari??

Beh era il lontano 1982, l’Atari 2600 andava alla grande e la casa produttrice decise di sfruttare l’E.T mania che imperversava alla grande per aumentare il proprio successo e quale momento migliore per fare uscire un nuovo gioco se non natale ?? contattarono quindi Howard Scott Warshaw,uno dei grandi nomi dell’epoca ma gli diedero solo 5 settimane per completare il progetto,Howard rispettò i tempi dati ma consegno a noi player forse uno dei peggiori videogame mai creati;a peggiorare la situazione ci pensò la Atari che nonostante sapesse della non alta qualità del prodotto ne fece produrre circa 4/5 milioni di copie,il risultato fu un tracollo,le cartucce rimaste invendute vennero seppellite in una discarica del New Mexico dove sono rimaste fino al 2014.

 

Tutta questa introduzione è necessaria per calarsi nel clima di Angry video game nerd : The movie,un film indipendente del 2014 ad opera di James Duncan Rolfe, un noto youtuber americano attivo nel settore delle recensioni di Retrogame che ha finanziato questa pellicola utilizzando il sistema del  crowdfunding (più di $ 325.000 raccolti) .


Il film è fondamentalmente una commedia che oltre alla sopracitata storia legata ad E.T.( chiamato Eee Tee nel film per evitare la violazione del copyright )tocca i cliché dell’area 51 e degli UFO,il tutto però non è godibile totalmente a tutti,omaggi,gag,situazioni e perfino le musiche sono talmente Nerd Oriented ,in generale però la trama scorre liscia e piacevole anche per i non amanti dei videogame,il livello degli effetti speciali è ridicolo,attimi nonsense splatter e riprese che non mascherano l’utilizzo di plastici anziché CGI sono volutamente lasciati visibili per renderlo a tutti gli effetti un B-movie .

Ironicamente la trama gioca sul tema della leggenda delle cartucce seppellite,ironizzando sulla loro reale esistenza,peccato che pochi mesi prima dell’uscita del film le cartucce vennero realmente portate alla luce,un piccolo colpo di sfortuna.

in versione Nerd è veramente molto carina

Nel cast troviamo oltre al regista\protagonista Rofle un cast di attori poco conosciuti come Jeremy Suarez ,Bobby Reed,Stephen Mendel e Sarah Glendening , oltre che piccoli camei come quello di Howard Scott Warshaw e di “mr Troma” Lloyd Kaufman.

Una pellicola adattissima per gli amanti del retro gaming e per gli amanti dei b-movie, ma che si adatta anche per una serata da commedia tranquilla.

Personalmente all’interno di questo piccolo film ho trovato un senso secondario,più profondo di quello che la superficie mostra,soprattutto nella prima parte Angry video game nerd : The movie nasconde una critica al mercato attuale,adattabile non solo al mercato videoludico ma pure a quello cinematografico,viene mostrato come un gioco pessimo come Eee Tee possa essere usato per creare il successo di un altro gioco pessimo ( in questo caso il sequel ) e come uno youtuber incredibilmente possa aumentare le vendite di un videogioco parlandone male,creando una categoria di player che ci giocano per verificare che abbia ragione e rendendo il titolo un “cult”; questa situazione è fondamentalmente la stessa che ha decretato il successo di un titolo come Goat Simulator ed il crearsi di giochi come i simulatori di roccia e di albero,totalmente insensati ma che mostrati in continuazione in rete generano lo stesso mercato.


Stay Tuned.

 

 

 

 


Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com