Crea sito

Browse Tag: halloween

Fear, Inc. ( 2016 )

Fear, Inc. è il tipico horror da mettere in lista sotto Halloween, la storia di un gruppetto di amici capeggiati da un amante dell’orrore cinematografico che assoldano una compagnia Fear, Inc. per organizzare loro una spaventosissima festa a tema, senza sapere nelle mani di chi sono finiti; alla regia troviamo l’esordiente Vincent Masciale ( Già regista di un corto con lo stesso nome ) e la sceneggiatura è dell’altrettanto novizio Luke Barnett.

Proprio la sceneggiatura porta qualche punto extra a questo titolo infatti è scritta in modo semplice, ma presenta un alto numero di twist narrativi del tutto coerenti alla trama portando lo spettatore nella paranoica spirale del dubbio insieme ai protagonisti, senza mai poter essere al 100% sicuri di cosa cavolo stia succedendo in quella casa, un limbo fra verità e finzione dove i classici horror vengono citati in continuazione, se odiate le citazioni ed i rimandi beh evitate Fear, Inc.

Nel cast troviamo : Lucas Neff (  Slash ) , Caitlin Stasey ( Reign ),  Chris Marquette  ( Fanboys ), Stephanie Drake ( MadMan ) e Abigail Breslin ( Zombieland ), prestazioni nella norma e volti ben scelti per i ruoli assegnati loro dalla direzione.

Un horror leggero e “Divertente”, ma non per questo stupido, Vincent ha giocato a fare il David Fincher con risultati discreti per un novellino Fear, Inc abbondantemente sufficiente per una serata fra amici, meglio ancora se amanti dell’orrore.

 

 

The Houses October Built (2014)

Un gruppo di ragazzi viaggia per l’America per visitare le case degli orrori più spaventose del paese, ma verranno perseguitati dagli attori di una di essa, la più estrema, chiamata “Blue Skeleton”.

The Houses October Built  conosciuto anche come Halloween Night è un Mockumentary horror low budget del 2014 che vede l’esordio alla regia  e alla sceneggiatura di Bobby Roe che risulta nel cast pure come attore.

Un idea originale , queste è la prima cosa che mi viene da pensare parlando della trama di questo film , che prende spunto da voci e leggende legate al mondo delle case stregate  e le rende un piccolo micro-mondo simile a quello su cui ruotano i ben più famosi Snuff Movie, video che godono di piccole luci della ribalta pur stando nella totale oscurità e diffondendosi con il solo passa parola negli angoli più remoti della rete ; cosi Bobby costruisce le basi per questo The Houses October Built .

Lo svolgimento di questa idea è poi un altro discorso, un tipico documentario on the road visto in tante altre pellicole ,dove la trama è intervallata da spezzoni di storie dei figuranti delle scaryhouse , un tipo d’andamento che potrebbe far risultare noioso il titolo a molte categorie di spettatori horror , sopportando la noia ci troviamo di fronte a qualche piccoli momenti creepy ben fatti, merito di un buon tasso di inquietudine fornito dai figuranti in costume.

come se già le bambole di porcellana non fossero inquietanti di loro
come se già le bambole di porcellana non fossero inquietanti di loro

Un aspetto agro-dolce di The Houses October Built è quello relativo proprio al jump Scare ,difficile da giudicare in maniera efficace per via della natura del 90% delle location , girando a mano libera all’interno di case spettrali i teneri tentativi di saltelli dalla sedia sono frequenti, ma più forzati dalla scena che voluti e soprattutto non così tanto efficaci, un titolo che sicuramente gioca meglio con l’aspetto inquietante che con quello degli spaventi, una nota altrettanto dubbiosa sul finale che a parere mio poteva essere una porta d’ingresso per un finale scoppiettante invece si e rivelato moscio.

Cast molto limitato con attori di basso o nullo livello come Brandy Schaefer , Zack Andrews , Mikey Roe e Jeff Larson, nonostante la poca esperienza questo non pesa gravemente sulla visione ,  curiosità i protagonisti interpretano realmente loro stessi.

Una mappa omaggio nel caso vogliate veramente fare un road trip come quello del film
Una mappa omaggio nel caso vogliate veramente fare un road trip come quello del film

Non è un film che consiglio per una serata a tema Halloween però non è nemmeno inguardabile, grazie ad alcuni punti originali si assesta di poco sotto la sufficienza, ma nulla di più, peccato perchè con qualche accorgimento sarebbe potuto essere una discreta bombetta Low Budget.

Stay Tuned

31 ( 2016)

Halloween 1976, un gruppo di hippies ,a bordo di un’improbabile caravan, sono in viaggio per il loro prossimo show, quando vengono assaliti nel cuore della notte da degli uomini mascherati e costretti a partecipare ad un gioco infernale che li vedrà lottare per la loro sopravvivenza contro un manipolo di sadici clown .

31 è un progetto crowfounding capitanato dall’eclettico musicista e regista Rob Zombie ( La casa dei 1000 corpi) , uno che ha fatto delle sue stranezze e deviazioni mentali uno stile e che se ne frega abbastanza di ciò che il mercato delle produzioni vuole , con il risultato che ormai nelle major lo vedo come persona non gradita e che questo film lo ha girato solo su volontà ( espressa in dollari ) dei suoi Fan che lo hanno supportato.

La reazione di Rob al mercato Mainstream

Una caccia all’uomo mortale all’interno di un labirinto, 12 ore per sopravvivere a tutti gli abomini umani che un gruppo di ricchi gli scatenerà contro,una trama sviluppata in maniera tremendamente semplice che non cerca nemmeno di spiegare cosa sta succedendo e perchè, semplicemente tutto viene mostrato come e quando avviene senza un minimo di background esplicativo;  ennesima dimostrazione di quanto Rob sia un Fanboy  e non faccia assolutamente nulla per nascondersi.

Anzi il signor Zombie fa tutto per farci vedere quanto ami questo genere,31 è una frenetica scheggia impazzita che viaggia su musica southern rock,ci butta dentro tutto ciò che più gli piace,il suo stile grafico non è in discussione ed a tratti da l’impressione di essere più di una spanna sopra gli altri ( solo che gareggia in una categoria creata da lui e con solo lui all’interno ); stesso discorso vale per i villans della storia ovvero una galleria di clown ruvidi ,sporchi e cattivi , partendo da un nano nazista che parla in ispanico e finendo con il “risolutore”Doom Head ognuno porta al film le sue belle saccate di sangue finto e le sue scene splatter prese dai classici slasher.

Se i cattivi per il sottoscritto sono stati esaltanti non si può dire lo stesso del team dei buoni,per qualche motivo non mi sono mai sentito di tifare per loro, empatia ( forse volutamente ) ridotta al minimo grazie a personaggi scarsamente caratterizzati  e incasellati nei ruoli assegnati , con tanto di Final Girl definita in maniera chiara dopo pochi secondi in scena, poco chiaro anche l’utilizzo da parte della regia delle scene d’azione,  le quali spesso sono girate come eventi contemporanei ed esageratamente confuse, punto molto dolente dell’intera visione.

Immagine di repertorio della sempre sobria Sheri Moon

Cast formato da volti giusti al posto giusto, con alcuni volti già comparsi nel mondo di Zombie , nel film troviamo oltre sua moglie Sheri Moon Zombie ( Le streghe di Salem ) anche Meg Foster  ( Essi Vivono ) ,Malcolm McDowell ( Arancia Meccanica ) e soprattutto il personaggio più riuscito ovvero Doom Head di Richard Brake ( Halloween II ), buonissime prestazioni per tutti gli attori del cast.

31 è un film che mi ha soddisfatto , forse non riempito ma soddisfatto si,Rob mi riesce sempre a comprare con il suo stile.

Stay Tuned .

 

R.L. Stine’s Monsterville: The Cabinet of Souls


Robert Lawrence Stine è una persona che tutti coloro che come me sono nati all’inizio degli anni 90 conoscono, è lo scrittore che ha creato la collana di libri horror chiamata … Piccoli Brividi , letture dalle leggere tinte horror ,poco complesse ma che hanno segnato una generazione di lettori adolescenti, la lettura di quel nome prima del vero e proprio titolo della pellicola mi ha ovviamente catturato e portato alla visione completamente alla cieca.

Inutile dire che R.L. Stine’s Monsterville: The Cabinet of Souls  non si discosta dalla classificazione dei libri che ne hanno reso famoso l’autore , l’orrore girato per i più piccoli,adatto alla trasmissione da parte della tv dei ragazzi fra un disney e l’altro,con tanto di momento musicale e storiella romantica e complicata sullo sfondo come se fosse un High School Musical dalle tinte goth.

Dal punto di vista della trama , se avete superato i 14 anni tutto sembrerà al limite del basilare , un compitino ben fatto da parte degli sceneggiatori ,senza sforzi per sorprendere ( oddio forse per un adolescente c’e un twist inaspettato) ,ma per il target di spettatori scelto è tutto molto adatto,zero violenza,zero splatter,i buoni vincono e amano,tutti felici e contenti.

Il film sceglie una linea fra halloween ed il paraculo per quanto riguarda i personaggi, perchè scegliere se possiamo mettere tutto, ed ecco quindi streghe ,licantropi , incantatrici ,fantasmi,zombie,vampiri ,case stregate , anime , tutto ovviamente sensato per la trama ma altrettanto palesemente scelto sapientemente dagli autori per non scoraggiare nessuno .lato positivo e che molto del makeup utilizzato è ben fatto ( a differenza degli effetti molto anni 90) .

Il cast è formato da un infornata di giovani attori  guidati da Dove Cameron (Descendants) e Braeden Lemasters la coppia motore della storia , insieme a loro troviamo anche la gotica Lilith interpretata daKatherine McNamara ( Maze runner la fuga) , il pagliaccio Casey Dubois (Snakes on a Plane ), la friendzonata Tiffany Espensen(Repo Men ), il tenebroso Ryan McCartan e l’unico adulto a non sembrare un intero idiota nella storia,il Dr. Hysteria ovvero Andrew Kavadas ( Il 13 guerriero).

Un film che consiglio se volete vederlo con bambini al seguito,magari ad Halloween, ma R.L. Stine’s Monsterville: The Cabinet of Souls  con gli occhi adulti non raggiunge nemmeno il 6 , con il senno di poi ,cercando informazioni ho pure scoperto che Stine è solo produttore esecutivo , praticamente ha solo messo il nome .

Stay Tuned

 

Tales of Halloween (2015)

Ecco subito per voi il Trailer

Ogni film horror antologico che si rispetti ha un tema alle spalle, un filo rosso che collega tutte le sue storie , quello di Tales of Halloweenè ovvio, le sue store avvengono nella notte dei morti, il 31 ottobre ,ma fra dolcetto e scherzetto la scelta qui appare molto chiara.

10 piccole  macabre storie compongono questa pellicola,perline sparpagliate sul tavolo del genere horror halloweeniano in modo da toccarne quasi tutti gli aspetti fra mostri mangia caramelle,zucche killer, demoni ,alieni ed inquietanti bambini,come le caramelle c’è ne sono per tutti i gusti,non tutte dello stesso livello ovviamente , qualcuna si eleva nella folla ma molto si deve ai gusti dello spettatore.

This is Halloween

Alcune delle trame sono quasi sprecate nel formato cortometraggio,avrebbero potuto sicuramente essere sviluppate in maniera diversa fino a diventare interessantissimi film a se ( e non è detto che in futuro non lo diventino) ,dotati di sviluppi originali, cosa che nel cinema horror attuale è rara,rendendo ancora più amara la sensazione di trovarne all’interno di piccoli segmenti di un antologia.

Sorridete tutti

I segmenti sono girati con stili molto differenti per via delle diverse mani dietro la cinepresa ,abbiamo episodi vecchia scuola e tagli più moderni  dati da un mix di volti noti come Bousman (Saw 2 3 4 ) o Neil Marshall (Descent )  e registi da segnare sul taccuino tipo Axelle Carolyn e Adam Gierasch, tutti pronti a regalarci la loro visione distorta della festa nei  92 minuti d’intrattenimento girati con un budget irrisorio ma che centra perfettamente il proprio obbiettivo, ben fatto ragazzi.

Un film sicuramente da mettere nel vostro elenco di titoli per le serate horror , magari proprio per quella del 31 ottobre,pronto a fare compagnia all’ormai più conosciuto “Trick ‘r Treat”.

Stay Tuned

Babbani al Bar : Drink per Halloween

La notte dei morti viventi si avvicina e mentre i bambini si apprestano a suonare i vostri campanelli in cerca di dolcetti,i più grandicelli potranno festeggiare con una maratona di film dell’orrore da guardare sorseggiando un drink a tema,un ottima idea non trovate ??

martini della morte
rhum scuro
crema di cacao
ghiaccio
zucchero di canna
colorante alimentare nero

Mettete il rhum la crema di cacao insieme al ghiaccio e 2 o3 gocce di colorante dentro uno shaker e agitate .
nel frattempo in una tazzina mettete lo zucchero e un altra goccia del colorante e mescolate fino a rendere nero lo zucchero
servite il contenuto dello shaker guarnendo il bordo del bicchiere con lo zucchero.

Gustate

bloody  frozen colada

un cucchiaio di sciroppo di glucosio
colorante rosso
preparato per pinà colada precedentemente congelato

prendete il glucosio e mescolatelo con il colorante
mettete il pinà colada frozen nel bicchiere e lasciateci scivolare sopra il vostro “sangue”

ottimo anche per i vampiri

Frankenmidori

midori
sprite
ghiaccio
una rotellina di liquirizia

mettete sul fondo del bicchiere la rotellina di liquirizia
n uno shaker mischiate gli altri componenti ,agitate e servite nel bicchiere

SI PUOOOOO BEREEEEEEEE

Cosa ne pensate ??? sono idee carine da provare ,sperimentate e fatemi sapere se vi sono piaciute
Stay tuned

 


Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com