Crea sito

Browse Tag: stalker

Luna de miel ( 2015 )

Jorge, un eccentrico medico molto solitario rapisce Isabel, una giovane vicina, apparentemente per farla diventare la sua donna trattenendola al suo fianco contro la sua volontà, ma non tutto è come sembra.

Poche righe bastano per condensare la trama scritta da Marco Tarditi Ortega per Luna de miel ( conosciuto anche come Honey Moon ), un thriller\horror tendente al torture porn che viene dal Messico e che vede alla regia Diego Cohen ( Perdidos ), non siamo ai livelli del cinema underground più putrido però questo titolo non è per tutti ( vedi il connazionale Atroz )  .

Diego dirige con uno stile ” pulito ” e senza troppi orpelli stilistici un film che getta a schermo un’abbondante dose di violenza estrema, tralasciando il matrimonio meno democratico di sempre Luna de miel mostra con effetti speciali nella norma una discreta quantità di punizioni\torture alcune anche originali come quella per azzerare la salivazione tutte in situazioni lontane dalle trappole mortali alla Saw

Il film regge i circa 90 min di visione anche grazie al suo protagonista, ben disegnato e approfondito quel minimo che serve per toglierlo dalla bidimensionalità e lasciarlo comunque misterioso, buona la scelta per il ruolo di Hector Kotsifakis mentre la giovane rapita è la debuttante Paulina Ahmed; era facile cadere nella banalità mostrando la sola violenza ripetuta a schermo ma Ortega e Cohen hanno schivato il proiettile mettendo un pochino di sostanza in più nella loro sceneggiatura, ben fatto.

Luna de miel non raggiunge pienamente la sufficienza,la visione è consigliata solo se siete coscienti di ciò che vedrete, io vi ho avvisato.

Stay Tuned.

 

Hangman (2015)

Di ritorno da una vacanza la famiglia Miller trova la propria casa messa a soqquadro , ignari che questo sia solo l’inizio dei loro incubi e che ora la paura vive con loro.

Alla regia ed alla sceneggiatura di Hangman troviamo Adam Mason ( Dust, Junkie ) ,il film è un thriller nello stile home invasion , ma girato con l’ausilio di telecamere di sorveglianza fisse e di una camera a mano usata dall’uomo misterioso,vivremo quindi la storia dal “punto di vista” dello stalker.

Questa scelta stilistica da parte del regista l’ho trovata uno dei punti peggiori del film,in grado di regalare allo spettatore facepalm fortissimi,il nostro stalker infatti sembrerebbe aver studiato della improbabili tecniche ninja avanzate diventando così in grado di muoversi in maniera totalmente silenziosa ( ok ok è a piedi scalzi ma un minimo di rumore lo si produce lo stesso) ,ha inoltre scelto una famiglia dove i membri hanno evidentemente problemi a vista\udito oltre che intelligenza, notano le cose muoversi per casa apparentemente da sole e non indagano sul perchè,hanno una casa piena di telecamere che non avevano,ma non le notano e soprattutto non sentono\vedono un uomo mascherato che si pone alle loro spalle con una videocamera a tipo 50 cm dal deretano, sono talmente tanti che probabilmente a fine film vi sarete rotti il naso da soli.

Altro punto che ho trovato penalizzante per la pellicola è l’eccessiva lentezza, scelta probabilmente dettata dalla necessità di tenere la tensione alta ,con una sceneggiatura del genere bisogna giocare su un filo sottilissimo e Mason sembra non essere del tutto in grado di saper stare al gioco,ha a disposizione una grandissima paura dei tempi moderni portata in qualche modo all’estremizzazione, colui che ti spia non lo fa da lontano,avrebbe potuto esasperare i suoi personaggi,portarli in uno stadio di paranoia,invece si accontenta di renderli protagonisti di momenti idioti perdendo la quasi totalità del potenziale.

Il cast si restringe ai soli 4 membri della famiglia tontolona Miller  ed il loro ” coinquilino ” Jeremy Sisto ( Law & Order – I due volti della giustizia )è il capofamiglia Aaron con sua moglie Beth ovvero Kate Ashfield (L’alba dei morti dementi )  ed i 2 figli Max ( Ty Simpkins il bambino di Insidious  )e Marley (Ryan Simpkins) ,che non è il cane del film ma un’adolescente con un vibratore (il film ci ricorderà molte volte questo particolare senza un vero motivo) , Hangman invece è Eric Michael Cole , la recitazione in questo genere di film non è molto importante,gli attori si tengono al minimo ed è già abbastanza.

Hangman è un film dal potenziale inespresso altissimo , con un nome diverso alla regia e qualche piccolo cambiamento alla sceneggiatura avrebbe potuto anche fare un salto di categoria , ma così com’è arriva al 5 per miracolo,un totale peccato.

Stay Tuned.

Ratter (2015)

Emma una giovane studentessa  single da poco e che ha appena iniziato a vivere da sola a New York ,scopre di essere vittima di uno stalker\hacker che segue ogni istante della sua vita,diventando sempre più ossessionato,chi sarà mai?

Ratter è un film thriller  del 2015 che vede alla regia ed alla sceneggiatura l’esordiente Branden Kramer il quale ha preso spunto da un suo precedente corto per sviluppare la storia e renderla di circa 80 min, nulla di originale in realtà,cose che altri titoli come Unfriended ,the Den , Open Windows oppure la serie Eye candy  recentemente ci hanno fatto vedere,giocando sulla paura del “grande fratello” ,l’ossessione di essere sempre spiati estremizzata fino al punto da diventare bersagli a propria insaputa di un uomo ossessionato e misterioso che gioca con le nostre vite .

Rispetto a molti dei predecessori citati però , Rattler si contraddistingue per una tonalità meno horror e più da thriller psicologico,giocando sempre discretamente bene sulla tensione e sull’identità dell’osservatore segreto,pecca però nel finale, quando l’escalation di quest’ultimo raggiunge l’apice ed il film a parere mio si chiude male,senza una soluzione reale ma puntando su un taglio nettissimo per cercare di provocare disagio nello spettatore , sicuramente la durata breve non ha giovato ma la gestione degli ultimi minuti poteva essere molto migliore a parere mio.

Il cast è formato da un numero ristretto di persone, quelle che si vedono abitualmente nella vita di Emma visto che la visuale sarà tutta dai suoi device (Laptop e cellulare direi) , protagonista principale la bellissima Ashley Benson ( Pixels,Pretty Little Liars), insieme a lei troviamo Michael il ragazzo con cui inizia ad uscire interpretato da Matt McGorry (Le regole del delitto perfetto, Orange is the new black) e per finire un amica di Emma ovvero Rebecca Naomi Jones , una prestazione abbastanza naturale che basta ad essere convincente in un film di questo tipo.

Sicuramente non vince come originalità  Ratter è un film discreto,raggiunge la sufficienza senza problemi ma nulla più secondo me , da vedere in un momento di noia e senza molti device tecnologici in giro.


Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com