Zashchitniki ( 2017 )

Zashchitniki

Come è facile intuire sto parlando di un film russo che con il suo titolo originale di Zashchitniki ha ben poco da dire a noi, ma che nell’ultimo anno ho visto comparire in giro per il web con una certa regolarità, forse è meglio quindi usare il titolo europeo, Guardians.

Guardians, gli avengers in salsa est europea, sono un film action super eroistico diretto da Sarik Andreasyan e scritto da Andrey Gavrilov ( entrambi visti nel film Mafia survival game ), la trama è semplice, durante la guerra fredda i sovietici hanno messo in piedi una serie di esperimenti che hanno creato dei super soldati i quali da anni vivono nascosti dal mondo, ma che alla prima necessità si uniscono per affrontare un male più grande.

Ok, chiunque sopravviva all’idea di vedere una sorta di remake del film Marvel è probabilmente psicologicamente preparato al peggio come lo ero io, con la scimmia trash alle stelle dal trailer e la scimmia saggia che scaldava le mani in vista dei numerosi facepalm ( Si immagino le mie scimmia specializzate come i Puffi o i Lemmings ) però alla fine del film entrambe sono rimaste deluse, per diversi motivi.

La scimmia saggia si aspettava la solita minestra scaldata nel tentativo di imitare altri titoli condita da CGI low budget ottenuta con qualche software free degli anni 90 in una sorta di risposta bolscevica alla Asylum, in realtà Guardians si muove sulle sue gambe nonostante abbia una trama poco strutturata, abbastanza forzata o bucata in alcuni punti e per quanto riguarda la grafica, beh contando il misero budget e ciò che il film contiene siamo ben oltre la soglia del dignitoso.

voglio queste lame

La sorella del trash invece inaspettatamente non ha trovato tutto quello che si aspettava, il materiale c’è nel senso che parliamo sempre di un film con un Hulk\orso che indossa una maxi mitragliatrice, però non c’è l’ignoranza totale e incondizionata che potevo aspettarmi, semplicemente è un film leggero che potrebbe perfino essere trasmesso tranquillamente nel ciclo pomeridiano di Italia 1 ( per dire non è nemmeno cosi tanto violento in fondo ) .

Un cast quasi tutto dell’est, Sebastien Sisak è Let, una sorta di Magneto solo che attira le rocce;
Sanjar Madi è Khan un mix fra Nightcrawler e un ninja,
Alina Lanina è Kseniya praticamente la donna invisibile con un termostato per regolare la temperatura corporea.
Ursus è  interpretato da Anton Pampushnyy, come si intuisce dal nome è Hulk\orso tamarro.
Valeriya Shkirando invece è Nick Fury, ma donna, bianca e bionda
Il villan della storia ?? Stanislav Shirin ex dottore del progetto Patriot ,ora in grado di comandare le macchine e di somigliare a Toxic Avengers, con un insieme del genere poteva venire fuori una bomba trash invece la pellicola sembra fin troppo prendersi sul serio.

Guardians si avvicina tantissimo alla sufficienza, non lo avrei mai pensato però tutto sommato nonostante gli evidenti limiti è un film godibile, soprattutto dal divano e con una birra al seguito,

Ps ha perfino una scena in mezzo ai titoli di coda come gli illustri titoli della casa delle idee, in parte spero nel franchise.

Stay Tuned.

 

 

  • Cassidy Plissken

    Come al solito siamo allineati, sto guardando il film in questi giorni, per ora mi sta divertendo 😉 Cheers

    • ilbabbanocritico

      Yeah 😀 😀